"John was totally fearless, almost unnaturally so. I never saw him depressed, I saw him angry, which they say is the other side of depression, but he was very sure and not particularly influenced by anything anybody said. Our pictures made people feel very uncomfortable much of the time. The characters were very emotionally exposed and people weren’t used to it. Everything was not spelled out. The old tradition was that you prepared the audience but with our films you had to just sit there and hold on to your seats. Some people like that and some don’t." - Gena Rowlands

Love inspiration. l don’t need any other word.

What Maisie knew

was that connections and love can change people but

there’s the need to be patient and build the empathy in between.

My hidden place is able to let be anyone of my feelings as they show up
sensitive goldfish

What Maisie knew 

was that things could change and other things could happen

She knew that staring at the sky could give the answer 

to feel the quiet deep inside.

Postumi di una visione possente 

https://www.youtube.com/watch?v=SanbBKN_KJ8

This song make me feel touched every time.

This lyrics tell everything I need to sing.

My hidden place is where the night becomes a remnant
sensitive goldfish
My hidden place has primary colours’ fornitures
sensitive goldfish
Era in un abbraccio ubriaco che l’aveva amata la prima sera, quell’abbraccio ha conosciuto sette anni di giorni e umori.
Ora sono baci lievi, sotto una luce artificiale gialla a far vibrare il desiderio, di momenti rubati alla ribalta, parole sussurrate, bistecchiere da restituire, ma soprattutto sono le foto che immaginano incorniciate sul muro del salotto.
I frame dei film che non hanno bisogno di essere discussi, le battute seriali che diventano geroglifici di un’amore senza chiave di decodifica, rimasto si lì a galleggiare nel sole anche del dolore indicibile, il dolore che mette in guardia senza ricattare.
Memoria di come l’amore non abbia bisogno di spettatori, solo la pazienza della negoziazione.
be good
Era strano sentire quel vuoto dentro
sentire la mancanza di uno scopo personale che le accendeva le guance e il cuore.
Era forse la prima volta nella sua vita che sentiva bruciare quella mancanza in modo vivido.
Avrebbe vissuto per qualcos’altro negli anni a venire, c’era una cosa che addolciva quel dolore pur senza annacquarlo, era convinta di star conoscendo la libertà di cui parlava Foster Wallace, nel saggio da lei più amato.
La libertà lì andava di pari passo con la consapevolezza e si compiva nel sacrificio solidale.
La libertà non era mai stata così poetica, era questa la bellezza di ciò che le stava accadendo, riusciva a vedere il bicchiere mezzo pieno nonostante il contenuto fosse segretato dall’ignoto
sensitive goldfish