I giorni della vendemmia e i suoi postumi sono ancora tutti dentro di me. Non trovano parole per uscire ma danzano nei muscoli e nella percezione dello scheletro.

Percepisco il mio corpo nella sua forza. Tutta intorno mi avvolge.

Il mio corpo e la mia persona respirano profondo. mentre riprendono forza e fiducia nell’incontro con frammenti di realtà pseudo ignote fino a ieri